Adriano Modica – Il divano live@4 marzo, sotto casa di Lucio 2014

Adriano Modica partecipa alla notte bianca in memoria di Lucio Dalla a Bologna, “4 marzo, sotto casa di Lucio” 2014, dal balcone di casa sua in via D’Azeglio.

Il divano, brano estratto da La sedia, l’album di legno (Cardio a Dinamo 2012), terzo capitolo della –  Trilogia dei Materiali

Testo – Il divano (Adriano Modica)

in questa città dove i fantasmi hanno un orario anche loro
è meglio annoiarsi di giorno
nella bilancia è mezzanotte ed io non ho più sogni da fare
imparerò ad annoiarmi di nascosto da me

per questa età che mi porto da bambino
per il bambino che mi porto
mi sacrifico faccio un tuffo mi alzo dal divano
cercherò un’ombra per me
per restare sulla terra

ho fame di fame
sete di sete
la noia è questa ruggine nel sangue
guarda le nubi la c’è un buco
da qualche parte il cielo è blu

sotto questo cielo pieno zeppo di stelle malate
non ho più desideri da sperare
il muro bianco è il migliore specchio che ho
allora è vero che per non morire col veleno
ci vuole il veleno nelle vene

la morte rende piccoli nel letto
e confusi in trenta in una stanza
a qualcuno viene da ridere lo so

ma ho fame di fame
sete di sete
mi sa che me ne torno sul divano
a fare zapping nel mio cervello dove non c’è la pubblicità
a fare zapping nel mio cervello dove il cielo è ancora blu